venerdì 26 dicembre 2008

Cinepanettone

Il termine, composto dal prefissoide cine e dal sostantivo panettone, compie 25 anni.

Il neologismo pare infatti essere stato coniato dopo l'uscita (e l'inatteso successo) del primo film della serie creata dai fratelli Vanzina: Sapore di mare, con Jerry Calà e Christian De Sica. Sebbene ambientato sulle spiagge della Versilia in una calda estate degli anni ’60, il film uscì nel Natale del 1983. E diede il via ad un vero e proprio genere cinematografico denominato cinepanettoni.

In origine, veniva usato dai critici cinematografici in senso dispregiativo per definire le commedie natalizie della coppia Boldi-De Sica. Ma col passare del tempo il termine è diventato di uso comune e ha parzialmente perso l'iniziale connotazione, finendo con identificare quei film comici (ma non solo) che escono nelle sale cinematografiche durante il periodo natalizio. Tant'è che quest'anno, si parla di cinepanettoni in riferimento a tre film: Natale a Rio, Il Cosmo sul comò e Madagascar 2.

mercoledì 17 dicembre 2008

No drama

Slogan tormentone della nuova amministrazione americana di Barack Obama. Significa "Niente tragedie".

No drama, stampata su milioni di t-shirt, cliccatissima sui siti, è un'invenzione del guru elettorale David Axelrod che battezzò "No drama guy" David Plouffe "per aver mantenuto i nervi saldi nel creare dal nulla e attraverso il web una macchina per raccogliere soldi e voti senza precedenti nella storia americana" e oggi identifica "la caratteristica umana a cui (Barack Obama, ndr.) tiene di più, saper controllare le proprie emozioni in situazioni di crisi" (Maurizio Molinari, La Stampa, 17 dicembre 2008).

lunedì 15 dicembre 2008

Discombugogglamento

Il termine definisce una nuova patologia scoperta dallo psicologo inglese David Lewis. Nasce dalla fusione di scombussolamento e google, il motore di ricerca più famoso del mondo.

Lewis ha condotto un sondaggio su 2mila persone e ha scoperto che, abituati alla connessione internet superveloce, gli internauti inglesi entrerebbero in ansia di fronte al minimo rallentamento della navigazione. I sintomi? Nervosismo, agitazione, rabbia.

Una pagina internet lenta a caricarsi o, addirittura, l'impossibilità di connettersi, causerebbero crescenti livelli di stress. A soffrirne sarebbero, per loro stessa ammissione, il 44% della popolazione inglese, il 27% dei quali dice di stare "decisamente male".

venerdì 12 dicembre 2008

Veltringlese

Combinazione di "Veltroni" e "inglese", il neologismo fa il verso al linguaggio politico usato da Walter Veltroni e al suo frequente ricorso a termini, espressioni e slogan americani ("Addio al veltringlese ... la rivoluzione del linguaggio che Walter Veltroni aveva portato nel mondo della politica", Michele Brambilla, Il Giornale, 12 dicembre 2008).

martedì 9 dicembre 2008

Cainano

Fusione dei termini caimano e nano, la parola identifica Silvio Berlusconi tra i suoi detrattori. Esaltandone due aspetti che, a loro volta, già costituiscono soprannomi dell'attuale Presidente del Consiglio: caimano (dall'omonimo film del 2006 di Nanni Moretti) e nano (riferendosi alla statura fisica del personaggio).

Fabio Torriero, Il Tempo (3 dicembre 2008), ricorda cainano era "il manifesto contro Berlusconi esposto dai piloti Alitalia, del fronte del no, davanti a Villa Madama".

mercoledì 3 dicembre 2008

Tangennapoli

Fusione dei termini Tangentopoli e Napoli, neologismo che fotografa la situazione giudiziaria, politica e morale venutasi a creare con l'inchiesta della Procura napoletana su quattro appalti. Politici e imprenditori coinvolti.

"Tangennapoli. L'incubo mazzette inquieta Rosetta", titolo de Il Riformista (3 dicembre 2008) che, anticipando quanto sarebbe accaduto di lì a pochi giorni, scriveva: "La bomba scoppierà, ma nessuno sa quando e soprattutto quali saranno le vittime. Napoli attende gli arresti che potrebbero dare il via ad una nuova Tangentopoli".