lunedì 15 marzo 2010

Il direttorissimo nelle chiacchieropoli della berlu-galassia

La nuova indagine della magistratura che coinvolge il Presidente Berlusconi, il direttore del Tg1 Minzolini e l'Agcom (l'autorità garante per le comunicazioni) produce nuovi termini, neologismi, un nuovo filone - questa volta non d'inchiesta - ma di parole.

Berlu-galassia

Ultimo ingresso tra i tantissimi neoligismi coniati con la radice del cognome del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi.

"Quei Magnifici Sette nella berlu-galassia Rai", è il titolo di un articolo de Il Messaggero nel quale il giornalista Mario Ajello sottolinea come "la berlu-galassia Rai s’è allargata negli ultimi tempi, per esempio nelle testate giornalistiche e nel motore produttivo dell’azienda, ma svettano su tutti i Magnifici Sette". Tra questi, Giancarlo Innocenzi, membro dell'Agcom, e Augusto Minzolini, il direttore del Tg1, soprannominato da Berlusconi Minzo e direttorissimo.

sabato 13 marzo 2010

Direttorissimo

E' il soprannome attribuito ad Augusto Minzolini, direttore del Tg1, da Silvio Berlusconi, in base ad alcune intercettazioni disposte dalla Procura di Bari.

A Minzolini, già detto Minzo proprio dal Presidente del Consiglio durante una puntata di Porta a Porta, il "titolo" non dispiace affatto, tanto che dichiara al Corriere della Sera: "Mbè? E' pure divertente che mi chiama così".

Chiacchieropoli

Titolo a nove colonne de Il Tempo che così sintetizza l'inchiesta della Procura di Trani. In fondo, su chiacchiere (le conversazioni telefoniche intercettate) si baserebbero le presunte ipotesi di reato che potrebbero coinvolgere il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, il direttore del Tg1, Augusto Minzolini, e l'Agcom, l'Autorità garante per le Comunicazioni.

"Dopo Tangentopoli, Calciopoli, Vallettopoli, ecco aprirsi la stagione di Chiacchieropoli", scrive nel suo editoriale il direttore de Il Tempo, Mario Sechi.

venerdì 12 marzo 2010

I detti diventano cognomi

E' accaduto a Chioggia dove su quasi 51mila ciosotti, come amano definirsi gli abitanti, ci sono ben 10mila Boscolo e Tiozzo. Un decreto del Ministero dell'Interno ha recentemente istituzionalizzato l'inserimento del detto nei documenti. Così il soprannome è finito col diventare un vero e proprio secondo cognome.


mercoledì 10 marzo 2010

Coessenziali

L'approvazione definitiva al Senato del disegno di legge sul legittimo impedimento ha introdotto una novità importante anche sotto il profilo linguistico. Nel provvedimento, infatti, compare il termine coessenziali che, nota l'opposizione, non è presente nel vocabolario classico della lingua italiana. Vengono definite coessenziali le attività del Presidente del Consiglio che possono costituire legittimo impedimento e, quindi, indurre il giudice a rinviare il processo ad altra udienza.

La legge, infatti, consente al Presidente del Consiglio e ai ministri di non presentarsi alle udienze dei procedimenti penali non solo per "il concomitante esercizio di una o più delle attribuzioni previste dalle leggi o dai regolamenti" ma anche in caso di "attività coessenziali alle funzioni di Governo".

lunedì 8 marzo 2010

Nushu

Celebriamo la festa della donna con la parola Nushu, termine cinese che significa "scrittura delle donne". Si tratta di una lingua creata dalle donne per le donne, l'unica del genere nella storia dell'umanità.

C’è chi dice che sia nata 400 anni fa, chi mille o tremila, ma c’è chi dice che sia ancora più antica. La leggenda racconta che una bella ragazza della provincia dell’Hunan, scelta come concubina da un imperatore della dinastia Song per sfuggire alla solitudine e all’isolamento avrebbe creato un codice scritto per comunicare con la madre e le sorelle fuori dal palazzo.

Si pensava fosse ormai estinta dopo essere stata bandita da Mao negli anni cinquanta che riteneva fosse un linguaggio utilizzato per lo spionaggio interno ed internazionale. Divieto abolito a metà degli anni Settanta, ora il Nushu pare risorto grazie ad un gruppo di ricercatrici dello Hunan, proprio la regione cinese dove sarebbe nato, che sono riuscite a trascrivere centinaia di versi e a recuperare migliaia di diari segreti tenuti da spose.

Il Nushu si comporrebbe di 2800 ideogrammi, curvilinei, a differenza di quelli tradizionali che sono quadrati e vengono considerati espressione della scrittura dei maschi. Una lingua soprattutto orale, espressa in forma di versi perchè cantata dalle donne durante il lavoro, poi ricamata sulle vesti delle donne-bambine che andavano "spose schiave" a uomini e alle loro famiglie. Un linguaggio segreto, un linguaggio di ribellione, di conforto, di aiuto e di rassegnazione.

Approfondimenti:
Documentario
Così la Cina ha riscoperto la lingua segreta delle donne (Repubblica)
La scrittura intima delle donne dello Hunan

sabato 6 marzo 2010

Fire, non Pigs

Fire è il nuovo acronimo proposto dal Ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, per individuare i Paesi a rischio per la crisi economica. Per Tremonti, Fire dovrebbe sostituire Pigs, acronimo dispregiativo usato soprattutto nel 2008 dai giornalisti economici britannici e statunitensi per riferirsi a quattro Paesi dell'Europa meridionale: Portogallo, Italia, Grecia e Spagna.

Pigs in inglese significa maiali e rappresenta i Paesi dell'Eurozona con maggiori poblemi finanziari. Pigs è tornato recentemente alla ribalta a causa della grave crisi che ha colpito la Grecia. "Il futuro dei Paesi pigs? Intanto cambierei acronimo: li chiamerei fire" ha detto Tremonti.

Fire sta per financial, insurance, real estate, finanza, assicurazioni, immobili. "Fire, questo è l'acronimo giusto - ha sottolineato Tremonti - dopo aver visto cause ed effetti della crisi".

mercoledì 3 marzo 2010

Effetto Sturmtruppen

"Il timbro mancante di Formigoni in Lombardia, la firma saltata sul listino Polverini nel Lazio, la candidatura del condannato Conte inserita di nascosto a Caldoro in Campania. Siamo al di là del commentabile". Inizia così l'editoriale del Secolo d'Italia che fa risalire il pasticcio ad "una sorta di partitocrazia senza partiti, dove diventa impresa ardua persino gestire il più classico e burocratico degli adempimenti: la formazione e la corretta presentazione delle candidature". Un "modello sfilacciato" che altro non è se non "l’altra faccia del partito-caserma, dove i colonnelli indicano la linea e la truppa esegue: le Sturmtruppen più che esercito del bene". Tutto ciò ribattezzato con la felice espressione di Effetto Sturmtruppen, una citazione delle micidiali truppe d'assalto tedesche create dalla magica matita di Bonvi.

Polverinizzati

Dopo la bocciatura anche del listino di Renata Polverini, Il Riformista dà conto del nuovo colpo di scena nel Lazio, sottolineando che nel Pdl sono Polverinizzati.

lunedì 1 marzo 2010

Criccopoli in quarantena per la senatorite

Gli echi delle vicende giudiziarie di questi giorni (frodi fiscali, corruzione, appalti...) trasformano Tangentopoli in Criccopoli. E una nuova malattia imperversa nel Palazzo: la senatorite. Solo colore? I veri colori dipingono le piazze del mondo: dal giallo dello sciopero degli immigrati, al viola dell'"onda" senza dimenticare il verde degli oppositori in Iran e l'arancione della speranza in Ucraina.