venerdì 30 aprile 2010

Dalemini

Crasi tra D'Alema e Fini, in contrapposizione al Dalemoni (D'Alema e Berlusconi). Fausto Carioti sul quotidiano Libero analizza spiega come "l'ex capo del governo prova a fare con la terza carica dello Stato quello che non gli era riuscito con il Cavaliere". Il titolo dell'articolo è di per sé significativo: "Dalemini come Dalemoni. Non va da nessuna parte". E spiega nell'incipit del pezzo: "A Massimo D’Alema si è rimpicciolito il progetto. Dal Dalemoni di qualche anno fa l’ex premier è passato a un più modesto Dalemini. Dal grande inciucio bipolarista con Silvio Berlusconi, che doveva ridisegnare la seconda repubblica e trasformarla nella terza, all’inciucino centrista con Gianfranco Fini, magari Pier Ferdinando Casini, forse Francesco Rutelli, chissà Luca Cordero di Montezemolo". Insomma il Dalemini, secondo Libero, è un neologismo perfettamente rappresentativo delle nuove manovre (o, per meglio dire, manovrine) politiche, dopo il fallimentare tentativo di accordo (questo sì, di alto livello ... Dalemoni, nomen omen) tra D'Alema e Berlusconi.

Alemannismo

Neologismo creato dal Tempo in antitesi al veltronismo. "Il Veltronismo è finito male. L'Alemannismo deve ancora compiere un giro di tre anni". L'alemannismo connota la stagione di Alemanno, apertasi con l'ascesa alla carica di Sindaco di Roma. E, secondo il direttore del Tempo Mario Sechi, rompe con decisione col recente passato capitolino: "L'alemannismo non si fonda sul taglio dei nastri e i cocktail in terrazza, non è la fatua rappresentazione del fighettismo, ma fa parte della storia della destra romana e del suo pantheon di miti e icone".

domenica 4 aprile 2010

Nollywood

Fusione di Hollywood e Nigeria, s'intende l'industria cinematografica del paese africano diventata la seconda cine-potenza mondiale, dopo Bollywood (fusione di Hollywood e Bombay) e prima di Hollywood: 1500 titoli l'anno, duecento milioni di cassette e dvd, un movimento di 500 milioni di euro all'anno. E poi, . Su La Stampa in "Ciak, si gira! E Nollywood batte Hollywood", si raccontano i segreti del successo: storie d'amore, epopee di guerre, racconti vudù. E girare costa poco: meno di ventimila euro, con attori presi dalla strada e piazze, mercati e baraccopoli erette a studios.

sabato 3 aprile 2010

Sessorcista

Neologismo (sexorcist) creato dall'editorialista del New York Times Maureen Dowd che in un articolo (A devil of a scandal) sposa la teoria di un esorcista che le rivela come dietro lo scandalo dei preti pedofili ci sia lo zampino del diavolo. Dowd suggerisce alla chiesa cattolica di risolvere il problema ricorrendo ad un sessorcista, crasi tra sesso e esorcista.

venerdì 2 aprile 2010

Napoletani evasivi e delfini porta sfortuna

"Non fare il napoletano" non è un'offesa, lo stabilisce la Corte di Cassazione. Il caso di un giudice di Parma che ha tacciato con questa espressione un teste napoletano reo di andare un po' per le lunghe nella sua testimonianza. Secondo la Corte, il giudice stava cercando di convincere il teste a non essere evasivo.

Il delfino del capo una nomination mortale. Così Alemanno dopo che Il Riformista lo ha indicato come successore di Berlusconi. Ma come dimostrano i casi di Fini, Casini e Fitto, è numeroso il branco dei delfini affogati (o costretti a cambiare acque) dopo aver tentato di star dietro al Cavaliere. video