mercoledì 23 gennaio 2013

La parola "razza" fuori dalla Costituzione francese

La parola "razza" verrà presto cancellata dall'articolo 1 della Costituzione francese, come promesso in campagna elettorale dal presidente Francois Hollande. Secondo quanto afferma la radio France Inter, il Parlamento si riunirà prima dell'estate per discutere di questa modifica costituzionale, il cui valore puramente simbolico l'ha già messa al centro di vive polemiche.

Durante la campagna per le presidenziali, Hollande aveva annunciato la sua intenzione di eliminare il termine, per sottolineare come la Francia sia "fiera delle sue molteplicità, fiera del suo mix etnico". L'idea era stata subito bollata come "ridicola" dai rivali di centrodestra, a partire dall'ex inquilino dell'Eliseo Nicolas Sarkozy, che aveva aspramente criticato l'intenzione di cambiare un testo costituzionale scritto con "il sangue dei francesi liberi, il sangue dei membri della resistenza, il sangue dei fucilati e il sangue dei deportati nei campi di sterminio".

L'articolo 1 della Costituzione francese, nel nuovo testo in vigore dal 1946, recita: "La Francia è una repubblica indivisibile, laica, democratica e sociale. Essa assicura l'uguaglianza davanti alla legge di tutti i cittadini senza distinzione di origine, di razza o di religione".

lunedì 7 gennaio 2013

Hastag, parola dell'anno negli Usa


La American Dialect Society, l'associazione che studia la lingua inglese e le sue evoluzioni nel mondo, un po l'equivalente dell'Accademia della Crusca per l'italiano, ha deciso che la parola dell'anno appena concluso è hashtag.

Hashtag è la parola che su Twitter descrive l'azione di preporre il simbolo hash (il cancelletto) di fronte ad una parola chiave per iniziare una nuova discussione all'interno del noto social network. Con il crescere del successo i Twitter e l'aumento degli utenti che lo utilizzano con regolarità, il termine è diventato di uso comune per molti nell'ultimo anno.

Negli Stati Uniti, qualche coppia particolarmente amante del social network ha deciso anche di chiamare il proprio figlio Hashtag e l'ultima edizione prima del passaggio al digitale del noto magazine Newsweek è stata intitolata con l'hashtag #LastPrintIssue. 

Hashtag ha dovuto vedersela con parole che sono diventate frequentemente utilizzate solo verso la fine dell'anno come "Gangnam style" e "fiscal cliff".